Team

Fabio SgaragliFabio Sgaragli

Open & Social Innovation Manager per la Fondazione Giacomo Brodolini, in questa posizione tra le altre cose coordina le attività di FabriQ, l’Incubatore di Innovazione Sociale del Comune di Milano. Già manager nel gruppo di strategia globale di PricewaterhouseCoopers a Londra, Fabio Sgaragli è un eclettico esperto di business, con una passione per l’innovazione e i processi di sviluppo territoriali e organizzativi. Fabio ha esperienza di consulenza a livello internazionale per aziende come Ferrari, Toyota Motor, Starwood, Bristol Myers Squibb, Nike, Ferragamo, Unicredit Spa, CNH ed ha lavorato a diversi progetti in più di 30 paesi nei cinque continenti. Fabio è inoltre co-fondatore e partner di Training Factor, un network di professionisti della formazione con forte esperienza internazionale. E’ membro del comitato direttivo per l’Europa di Creative Advantage, una società di consulenza internazionale con sede a NYC specializzata sull’innovazione in azienda. E’ stato Vicedirettore e membro del comitato editoriale di Ticonzero.info, una casa editrice che ha pubblicato da quindici anni contenuti di frontiera sui temi dell’innovazione organizzativa. E’ membro del comitato organizzatore del TEDx Navigli e uno dei membri fondatori del Global Institute for Responsible Leadership nato in seno al MIT.

marco rivaMarco Riva

Marco Riva, nato a Torino nel 1982, è Innovation Manager di Open Incet e responsabile degli incubatori di impresa Pepinieres di Aosta e Pont-Saint-Martin.
Ha diretto e partecipato ad attività di ricerca in diversi campi: politiche sociali, innovazione sociale, economia della conoscenza e dell’innovazione, finanza pubblica, analisi e valutazione di politiche pubbliche, scienze comportamentali, foresight e analisi di scenari tecnologici.
E’ stato per 7 anni il Responsabile delle aree “Ricerca, innovazione e competitività” e “Politiche Pubbliche e Welfare” della Fondazione Rosselli, istituto di ricerca specializzato nelle scienze economiche, politiche e sociali. Ha collaborato con la Fondazione Cotec, istituto di ricerca per l’innovazione e la competitività, e con altre istituzioni a livello nazionale e startup innovative.
Dal 2015 fa parte, su nomina regionale, del Consiglio di Amministrazione del Museo della Resistenza di Torino.

matteMatteo Dispenza

Matteo Dispenza lavora da anni nel settore delle nuove tecnologie applicate al settore culturale e didattico. Ha iniziato la carriera come reporter per il Televideo Rai, per cui ha coperto il G8 a Genova. Ha collaborato con il regista Gabriele Salvatores per la sceneggiatura di Educazione Siberiana. E’ presidente di Libre Società Cooperativa, attiva nella progettazione di contenuti digitali per il mercato culturale, con cui ha vinto quest’anno un FWA Award per la rivista digitale Me-Mo. E’ cofondatore della start up di turismo digitale STI – Soluzioni Turistiche Integrate. Insegna Innovazione e Nuovi Media presso la Fondazione ITS-ICT di Torino.

patrizia sarogliaPatrizia Saroglia

Patrizia Saroglia lavora dal 2001 nel campo dell’analisi delle politiche pubbliche. Si è sempre occupata di attività di ricerca e consulenza, coordinamento e formazione, prevalentemente concentrata sull’analisi dei processi decisionali, di attuazione e valutazione delle politiche inerenti la pianificazione strategica e lo sviluppo locale, le politiche attive del lavoro, le politiche sociali e ambientali. Dal 2003 è coordinatrice e membro del Comitato Scientifico del Laboratorio di Politiche dell’Università di Torino e dal 2013 è socia dell’Associazione Sociopratiche. Nel 2009, Patrizia è stata Fellow della German Marshall Fund nell’ambito del Comparative Domestic Policy program con un progetto di ricerca sulle politiche del lavoro per l’inserimento di persone disabili.

Alberto Rudellat

Laureato in giurisprudenza presso l’Università degli studi di Pisa, nel 2008 ottiene il diploma di Master in Analisi delle Politiche Pubbliche e nel 2011 frequenta il Corso di perfezionamento in Azione locale partecipata e Sviluppo urbano sostenibile presso la IUAV di Venezia.
Svolge attività di ricerca e consulenza nell’ambito dell’analisi e valutazione delle politiche pubbliche, in particolare sui temi dello sviluppo locale, delle politiche ambientali e di riqualificazione urbana e fluviale, e attività di assistenza tecnica nella gestione di processi di progettazione partecipata, animazione di contesti locali e gestione di gruppi di lavoro.
Membro del Comitato Scientifico del Laboratorio di Politiche dell’Università di Torino, dal 2010 è socio dell’associazione Izmo.

FrapilaFrancesco Righetti

Francesco consegue la Laurea Magistrale in “Sviluppo e Innovazione nell’Economia Globale” presso il dipartimento di Economia e Statistica dell’Università degli Studi di Torino. Svolge lavori di ricerca sulle strategie di finanziamento per l’innovazione, studiando la gerarchia delle fonti di finanziamento per le imprese innovative in base al grado di rischiosità, e alle asimmetrie informative, che intercorrono tra i soggetti erogatori e gli imprenditori innovatori. In seguito ad una ricerca empirica sui finanziamenti pubblici per la ricerca e l’innovazione in Piemonte dal 2000 al 2010, studia la capacità dell’operatore pubblico di attrarre co-finanziamenti privati (effetti di Crowding-in).
Vincitore del bando di ricerca “Alberto Musy 2017 – Potenziali investitori nella ricerca in Piemonte e Torino”, Francesco è attualmente ricercatore presso il centro di ricerca e documentazione Luigi Einaudi e il Collegio Carlo Alberto.
Prima di approdare ad Open incet ha maturato un’esperienza pluriennale nel campo della logistica dei grandi eventi musicali.

Caterina Borrelli

Caterina si laurea in “Lingue e Letterature Straniere” e matura da subito un profondo interesse per le relazioni internazionali.
Le sue esperienze di studio e di lavoro all’estero consolidano la conoscenza delle lingue straniere e sviluppano una forte propensione per le relazioni interpersonali.
Lavora nel campo della progettazione europea, del  turismo e della formazione linguistica; partecipa al programma di assistenza dei paesi in via di sviluppo inseriti nei Clusters di EXPO Milano 2015, che le consentono di approfondire tematiche legate allo sviluppo territoriale e sociale.