OpenIncet

Startupbootcamp Australia sarà a Milano alla ricerca di talenti per il programma 2020 EnergyAustralia

Startupbootcamp è un acceleratore leader a livello mondiale che ricerca startup innovative e di alto livello che stiano cercando di stravolgere l’attuale status quo dell’industria con diverse soluzioni. Startupbootcamp Australia viaggerà in 27 città alla ricerca di start up per integrare il programma EnergyAustralia 2020, attraverso loro eventi FastTrack. I FastTracks sono essenzialmente eventi di mezza giornata in cui le startup condividono ciò che fanno e ricevono un feedback immediato sulle loro maggiori sfide da parte di esperti imprenditori, investitori e specialisti del settore.
Il CEO Trevor Townsend sarà a Milano il 23 settembre per trovare10 startup innovative che stiano cercando di sconvolgere il settore energetico. L’evento è incentrato sul feedback e sull’assistenza da parte di esperti del settore e di tutor di Startupbootcamp.
Per maggiori informazioni e per proporsi visitate il sito
https://www.sbcaus.com/…/sbc-ea20-fasttrack-program-inform…/

Startupbootcamp (SBC Australia)

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Call per il Contest Harmonic Innovation – HIC

Sono aperte le iscrizioni all’HIC, concorso di innovazione aperta che promuove il paradigma dell’Harmonic Innovation e si prefigge di accelerare progetti orientati all’Umanesimo Digitale.

Entopan, insieme a NTT Data, Fondazione Bruno Kessler ed Università della Calabria. ha lanciato l’Harmonic Innovation Contest, con l’obiettivo di selezionare i migliori progetti di start-up, spin-off e PMI innovative che, facendo leva sulla trasformazione digitale, siano capaci di generare significative ricadute a vantaggio dell’uomo, in ambito sociale e ambientale.

L’Harmonic Innovation Contest (HIC) recepisce le tematiche e le traiettorie di sviluppo individuate da NTT DATA come centrali per il prossimo futuro, e propone sfide in piena coerenza rispetto alla crescente attenzione ai diritti della persona e alla sostenibilità delle strategie di impresa. Il Programma Harmonic Innovation Hub (HIH) ha come obiettivo la realizzazione di un eco-sistema dedicato all’innovazione che sorgerà presso il campus dell’Università della Calabria e che sarà al servizio, in particolare, di tutto il Sud Italia e dei paesi transfrontalieri dell’area euro-mediterranea.

Per informazioni sul programma:
https://harmonicinnovation.it/

Per iscriversi e candidarsi al contest:
https://contest.harmonicinnovation.it

Di seguito il bando:
https://media-manager.net/…/innova…/static/Programma_HIC.pdf

 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Conclusione del corso sulle competenze per l’innovazione sociale

Si avvicina la data di chiusura del corso Competenze per l’innovazione sociale che vedrà la sua conclusione nella giornata del 19 luglio, quando i team selezionati esporranno i risultati del project work al quale hanno lavorato insieme ai loro mentor in un breve pitch di due minuti ciascuno.

La giornata ha un ricco programma e comincerà la mattina con il workshop “Exploring possible futures”, a cura di Alberto Robiati, Direttore della Fondazione Human+.

Il workshop ha l’obiettivo di portare lo sguardo sui possibili sviluppi futuri, individuali e collettivi. Si tratta di un lavoro sul Futures Thinking” utile a creare una mentalità capace di generare processi di innovazione e produrre visioni strategiche condivise e motivanti per un team, un’organizzazione, una comunità.

Si continuerà poi nel pomeriggio con la presentazione dei lavori di fronte ad una giuria qualificata e ad un momento di riflessione aperta sul significato e il valore del percorso di generazione di idee e formazione che avete seguito.

 

Al team che sarà decretato vincitore verrà assegnato un premio di €1500!

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Open to work – imprenditorialità e intraprendenza per i nuovi cittadini di Torino

Lunedì 8 luglio, presso i locali di Open Incet, avrà il via il corso Open to work.

Open to work è un percorso gratuito della durata di 5 giornate rivolto ai 20 ragazzi e ragazze extracomunitari tra i 18 e i 30 anni che si trovano in condizioni di marginalità sociale e di precarietà lavorativa.
L’obiettivo è duplice: fornire le basi per comprendere come avviare una propria attività e trasmettere la conoscenza degli strumenti fondamentali per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Questa doppia natura del percorso nasce dalla consapevolezza che l’intraprendenza e l’imprenditorialità sono skills fondamentali per intraprendere una propria attività ma anche nella ricerca del lavoro.

Oggigiorno, infatti, le aziende ricercano dipendenti che siano dotati di capacità imprenditoriali e che sappiano gestire al meglio l’incertezza e gli imprevisti che quotidianamente si presentano nel contesto aziendale.
Open to work vuole quindi far  emergere il potenziale imprenditoriale e professionale inespresso sul territorio di Barriera di Milano e non solo.
Il corso è strutturato su più giorni, e punta a trasmettere le conoscenze e gli strumenti necessari attraverso moduli di lezione frontale e momenti di learning by doing di gruppo, funzionali al consolidamento dei concetti e alla sperimentazione di dinamiche di team fondamentali nel percorso lavorativo di ognuno di noi.
La realizzazione del progetto è stata resa possibile dalla collaborazione di diverse realtà all’interno di Open Incet, promotore dell’attività nonché centro per l’innovazione aperta a Torino (situato in piazza Teresa Noce).

I soggetti che hanno deciso di unire le loro energie per realizzare questa iniziativa sono The Doers, studio di consulenza che aiuta le grandi aziende ad innovare, utilizzando l’approccio scientifico-sperimentale e main partner del progetto; Disko, agenzia digitale specializzata nella realizzazione di strategie di comunicazione interattive; Conform, agenzia per il lavoro che offre servizi alle pubbliche amministrazioni e alle aziende private su tutto il territorio nazionale e Impact Hub, filiale di un network internazionale di innovatori focalizzato sulla costruzione di comunità imprenditoriali per l’impatto sociale su larga scala.

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

È online la call for application della Social Crowdfunding Academy 2019

Obiettivi

La Città di Torino, nell’ambito della “Misura 3.3.1. B”del Pon Metro Torino, lancia una Call for Application per supportare soggetti del terzo settore nel finanziamento di progetti di innovazione sociale attraverso lo strumento del crowdfunding. La call è suddivisa in due fasi:

Fase1 (dal 1 luglioal 1 agosto2019): candidatura progettiper partecipare alla Social Crowdfunding Academy(sei giornate nei mesi di settembre/ ottobre 2019) e apprendere tutte le competenze necessarie sul tema crowdfunding

Fase2 (dal 11 ottobreal 11 novembre 2019): candidatura al percorso di accompagnamento(della durata massima di sei mesi, da dicembre 2019)alla realizzazione di una campagna di crowdfunding.

La call si inserisce nell’attività dell’European Crowdfunding Center, il centro di competenze sul crowdfunding-gestito da Guanxi, Fondazione Brodolini e Soluzioni Turistiche Integrate – che siconcentrerà sulla creazione di percorsi di creazione di competenze, sviluppo e accompagnamento di team di innovatori in grado di sviluppare progettualità che possano trovare nello strumento del crowdfunding una modalità innovativa di promozione.

Cosa cerchiamo

Possono candidarsi organizzazioni del terzo settore con progetti innovativi ad impatto sociale in diversi ambiti, quali:nuove povertà, vulnerabilità sociale, disoccupazione, integrazione culturale e coesione sociale, benessere dei cittadini. I progetti dovranno rivolgersia gruppi target specifici,residenti o frequentatori delle“aree bersaglio”torinesi (si veda allegato 1), al fine di valorizzarne il patrimonio materiale e immateriale e di favorire processi di rigenerazione, recupero, rivitalizzazione in chiave socio-economico e ambientale. Per accedere allo Social Crowdfunding Academy (fase1) non è necessario essere soggetti no profit formalizzati e già costituiti, requisito richiesto per poter accedere all’accompagnamento (step2).

Fase1: Social Crowdfunding Academy

I soggetti ammessi parteciperanno alla “Social Crowdfunding Academy”, il percorso di 6 workshop a carattere intensivo finalizzati alla creazione di una campagna di crowdfunding.

Per il programma completo clicca qui

Al termine del percorso i partecipanti saranno certificati “Esperti Digital per il No Profit” e potranno conseguire certificati ad attestazione delle competenze conseguite al superamento di una serie di esami nel percorso di certificazione Google.

Come candidarsi?

Per accedere all’Academy è necessario compilare il form di application al link euro-cc.eu.

Apertura call: 01/07/2019, ore 12.00

Chiusura call: 01/08/2019, ore 12.00

I soggetti selezionatidalla Call saranno annunciati entro e non oltre venerdì 10 settembre2019.

Criteri di selezione:

L’ammissione alla Social Crowdfunding Academy avverrà sulla base della conformità ai requisiti richiesti e dell’idea progettuale con le tematiche oggetto della call. L’attività di valutazione della ammissibilità sarà condotta dal soggetto affidatario del servizio con la supervisione dell’Ufficio“ServizioFondi Europei e Innovazione”della Città di Torino, che assumerà con un suo atto l’approvazione degli esiti. I soggetti non ammessi, o non in possesso dei requisiti richiesti avranno comunque la possibilità di iscriversi alla Social Crowdfunding Academy come “uditori” fino ad esaurimento posti disponibili.

FASE 2: Accompagnamento realizzazione campagna di crowdfunding

Durante l’Academy i partecipanti avranno la possibilità di implementare la propria proposta progettuale sulla base delle competenze acquisite. Entro 30 giorni dal termine dell’Academy i team potranno candidarsi alla seconda fase di application per accedere al servizio di accompagnamento e supporto nelle fasi di scrittura, lancio e gestione della propria campagna di crowdfunding. Requisito obbligatorio per la candidatura alla fase 2, sarà lafrequenza del team ad almeno 5 dei 6 moduli della Social Crowdfunding Academy. Per l’accompagnamento verranno selezionate fino a 6 idee progettuali. Il servizio di accompagnamento sarà completamente gratuito e includerà attività come:

▪Messa a punto e attivazione campagna di comunicazione

▪Scelta della piattaforma di crowdfunding

▪Evento di lancio dellacampagna che attiri una platea di stakeholder e major donors

▪Supporto tecnico-legale

Criteri di selezione:

I progetti pervenuti verranno valutati da un’apposita commissione di valutazione, formata da rappresentanti della Città di Torino e dei soggetti affidatario del servizio in base alle modalità e ai criteri, che saranno resi indicati nell’avviso pubblico che sarà presentato nei primi incontri della Social Crowdfunding Academy.

Per informazioni sulla call: torinosocialinnovation@comune.torino.it

Dove:

European Crowdfunding Center ha sede presso INCET –Innovation Center Torino ed è il primo hub di competenze in Europa dedicato al Crowdfunding, capace di aggregare, codificare, trasferire e moltiplicare sul territorio la conoscenza rispetto allo sfruttamento di questo strumento come forza motrice di sviluppo e attrazione di aziende, professionisti qualificati, finanziatori, cittadinanza attiva, che conducono in forma coesa verso successi economici, finanziari, sociali. L’European Crowdfunding Center nasce all’interno di oltre 4.000 mq di spazi per l’innovazione, godendo di 2 sale formazione attrezzate, 3 spazi eventi polifunzionali, aree co-working con desk privati e condivisi, dove sarà possibile entrare in contatto con una rete di soggetti partner con expertise verticale sul crowdfunding.

Per informazioni sull’European Crowdfunding Center: info@euro-cc.eu

ALL1-mappa-aree-bersaglio
TwitterFacebookLinkedInGoogle+

URBACT Campus Italy: tecniche e risorse per migliorare l’attuazione delle buone pratiche

Il 21 e 22 maggio Open Incet ospita l’URBACT Campus Italy, evento di formazione organizzato dal Segretariato del programma URBACT in collaborazione con ANCI, National Point italiano.

Per il 2019 il Segretariato del programma URBACT ha previsto 15 edizioni che avranno luogo in diversi paesi europei con l’obiettivo di fornire gli strumenti adeguati di conoscenza ad amministratori, funzionari e attori locali che sono coinvolti nella realizzazione dei Transfer Network, i progetti URBACT in corso che prevedono il trasferimento di buone pratiche tra città europee.

La due giorni di formazione affronterà tutti i principali aspetti del metodo integrato da applicare per superare i principali ostacoli al processo di trasferimento delle buone pratiche, con un focus particolare sui partenariati tra pubblico, privato e comunità per mettere in pratica le esperienze di innovazione urbana realizzate a livello europeo.

Per approfondire clicca qui

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Presentazione programma triennale per l’innovazione sociale

Giovedì 18 aprile sarà presentato ad Open Incet l’Avviso Pubblico relativo al Fondo per l’Innovazione Sociale del Dipartimento della funzione pubblica.

L’avviso è rivolto ai comuni capoluogo e alle città metropolitane, per finanziare progetti sperimentali di innovazione sociale nei seguenti settori:

  • Inclusione sociale;
  • Animazione culturale;
  • Lotta alla dispersione scolastica.

A seguito della presentazione e degli interventi dei relatori, saranno attivati e facilitati 4 tavoli di conversazione che lavoreranno sulle tematiche oggetto del bando: per i partecipanti sarà un’occasione per incontrare potenziali partner e presentare la propria idea o offerta di servizi.

Per consultare il programma e iscriversi all’evento
https://fondo_innovazionesociale_presentazione_torino.eventbrite.it/

Evento a cura di:

Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Città di Torino e ANCI in collaborazione con Torino Social Impact.

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

URBANWINS – 8° AGORÀ

La Città di Torino lancia il 10 aprile ad Open Incet l’ottava e ultima Face-to-Face Agorà di UrbanWins, finalizzata a conoscere e valutare le 3 azioni che sono state implementate in questi mesi.

UrbanWINS è un progetto finanziato dall’Unione Europea (grant agreement No 690047) e finalizzato allo sviluppo e all’implemetazione di strategie ecologiche e innovative sulle prevenzione dei rifiuti.

Fondamentale è la partecipazione attiva di tutti gli attori locali direttamente o indirettamente coinvolti nella produzione e gestione dei rifiuti urbani: cittadini, imprese, enti di gestione rifiuti, pubbliche autorità.

Il progetto ha un’importante componente partecipativa che si sviluppa durante una serie di incontri (agorà fisiche) e, in parallelo, su una piattaforma online (agorà virtuale) https://www.urbanwins.eu/online-agora/ che garantisce il dialogo tra gli stakeholders.

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

The Next Curve

20 Manager dell’Innovazione di grandi aziende italiane si incontrano ad Open Incet il 28 febbraio durante The Next Curve, workshop collaborativo organizzato da The Doers che coinvolgerà gli Innovation Manager di alcune delle più grandi aziende italiane.

Durante il workshop  verrà fatto il punto sullo stato dell’Innovazione Aziendale nel nostro paese, infatti i manager di alcune delle più grandi aziende nazionali – Eni, FCA, Bper, Parmalat, Reale Mutua – approfondiranno in maniera inedita il tema dell’innovazione.

Durante il workshop verrà posta grande enfasi sull’uso di strumenti pratici e sulla metodologia da utilizzare. Inoltre verrà riportata la testimonianza di uno dei manager presenti,Fabrizio Salvucci – Chief Innovation Officer di Sapio –  il quale racconterà nel dettaglio i rapidi passi mossi dalla sua azienda nel campo dell’Innovazione.

Per maggiori informazioni visita il sito dedicato

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

La tecnologia per il futuro dell’Europa: Citizen Panel

Venerdì 15 febbraio Open Incet ospita il Citizen Panel organizzato dalla Città di Torino ed Eurocities, in collaborazione con la Fondazione Giacomo Brodolini e Topi-X, sul “Ruolo della tecnologia nello sviluppo socio-economico e culturale dell’Europa”.

Il Citizen Panel è una iniziativa della rete europea EUROCITIES, che raggruppa 130 città europee, ed è sviluppata in accordo con la Commissione Europea nell’ambito delle iniziative CITIES4EUROPE: i temi in discussione sono proposti anche sulla piattaforma di partecipazione cittadina DecidiTorino

Il progetto raccoglie le idee sulle 3 direttrici di tecnologia e innovazione dei servizi, tecnologia e privacy, tecnologia e partecipazione, che saranno poi discusse degli esperti invitati ai tavoli di lavoro durante il Citiez panel.

Programma:

ore 13.30-14: Registrazione dei partecipanti(necessaria pre-iscrizione)

SESSIONE PLENARIA – INTRODUZIONE AI TEMI
ore 14.05: Presentazione ed obiettivi
ore 14.10: Saluti istituzionali
ore 14.15: TECNOLOGIA ED INNOVAZIONE NEI SERVIZI, Paola Pisano, Assessora all’Innovazione del Comune di Torino
ore 14.35: TECNOLOGIA, TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE, Carlo Boccazzi Varotto, Hackability
ore 14.55: TECNOLOGIA E PRIVACY, Ruggero Pensa, Dipartimento di Informatica – Università degli Studi di Torino
ore 15.15: SESSIONI DI LAVORO IN 3 GRUPPI SUI TEMI INDICATI

All’interno dei gruppi di lavori saranno formulate alcune proposte: tra queste 3 saranno scelte per essere presentate dai Sindaci all’incontro con la Commissione Europea che si terrà a Bruxelles il 21 marzo.

SESSIONE PLENARIA – CONCLUSIONE
ore 16.30: Discussione sulle proposte sviluppate nei gruppi e scelta delle 3 proposte ritenute significative da portare all’attenzione delle istituzioni europee
ore 17.15: Termine lavori

Disponibile il modulo di pre-iscrizione e il volantino

TwitterFacebookLinkedInGoogle+