OpenIncet

Borse di studio – Master inteateneo di II livello in Open Innovation & Intellectual Property

Sono aperte le selezioni della IIIa edizione del Master inteateneo di II livello in Open Innovation & Intellectual Property.

Il Master nasce dalla collaborazione tra l’Università degli studi di Torino – tramite la SAA School of Management  –, il Ministero dello Sviluppo Economico (Direzione generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) e la Luiss Business School.

Il Master risponde all’esigenza crescente di formare esperti che siano in grado di disegnare e gestire, in una prospettica integrata e strategica, processi di innovazione aperta e di valorizzazione della proprietà intellettuale, necessari per alimentare e sostenere la crescita delle imprese in un contesto sempre più competitivo, dinamico e globalizzato.

Il Master Open Innovation & IP, erogato in 25 week-end (divisi in 12 settimane a Torino; 12 a Roma e 1 al Ministero dello sviluppo economico), è ideale per chi vuole conciliare carriera professionale e sviluppo delle proprie competenze nell’ambito dell’attuazione e gestione di processi di Open Innovation, con particolare attenzione al ruolo critico ricoperto dai Diritti di Proprietà Intellettuale.

La Direzione Generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM-MISE) offre 15 borse di studio per sostenere i candidati più meritevoli. Le borse di studio saranno devolute a chi si distinguerà per forte motivazione e attinenza del curriculum al profilo richiesto previo colloquio di selezione e screening del CV.

Le borse di studio copriranno la quasi totalità della quota d’iscrizione con un valore di 7.000 Euro l’una.

Ai fini della selezione è sufficiente inviare il proprio CV e la domanda di ammissione (vedi sito internet) all’indirizzo e-mail:
openinnovationip.saa@unito.it.

I CV verranno analizzati dai referenti del Master e i candidati selezionati saranno contattati per il colloquio motivazionale presso la
sede di Torino o Roma o via skype.

Per condividere maggiori informazioni sul percorso formativo è possibile fissare un appuntamento o discuterne direttamente durante l’open day del master fissato il 20 febbraio 2018 ore 17 presso la SAA School of Management (Via Ventimiglia 114
<https://maps.google.com/?q=Via+Ventimiglia+114&entry=gmail&source=g> – Sala Presidenza).

Per maggiori informazioni può visitare il sito internet http://www.openinnovation-ip.unito.it/

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Delegazione Marocchina e Tunisina in visita ad Open Incet

Nel contesto del progetto della Città di Torino Mentor – mediterranean network for training orientation to regular migration Open Incet accoglie una delegazione di 13 ospiti provenienti da Marocco e Tunisia.

La delegazione composta da ministeri della formazione e lavoro, agenzie di cooperazione tecnica, confederazioni di imprese, università, enti di promozione dell’occupazione, agenzie di investimento, rappresentanti politici locali di Tunisi e della regione di Beni Mellal (Marocco) incontra a Torino esperienze significative di sostegno al lavoro ed all’impresa giovane. 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Urbanwins – Quinta agorà

Nel contesto di UrbanWINS, un progetto finanziato dall’Unione Europea finalizzato allo sviluppo e all’implemetazione di strategie ecologiche e innovative sulle prevenzione dei rifiuti, la Città di Torino lancia la quinta Face-to-Face Agorà di UrbanWins, finalizzata a:

  • descrivere il percorso intrapreso dalla città in collaborazione con i cittadini (framework) e
  • a selezionare le 6 azioni che proseguiranno il processo di progettazione.

Fondamentale è la partecipazione attiva di tutti gli attori locali direttamente o indirettamente coinvolti nella produzione e gestione dei rifiuti urbani: cittadini, imprese, enti di gestione rifiuti, pubbliche autorità.

Il progetto ha un’importante componente partecipativa che si svilupperà durante una serie di incontri (agorà fisiche) e, in parallelo, su una piattaforma online (agorà virtuale) https://www.urbanwins.eu/online-agora/ che garantirà il dialogo tra gli stakeholders.

Per iscrizioni clicca qui

INGRESSO GRATUITO

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Open Call: Premio Matteo Olivero

The Blank Contemporary Art è stata incaricata dalla Fondazione Amleto Bertoni, in collaborazione con i coordinatori del progetto Paolo Infossi e Roberto Giordana, a organizzare la 40ª edizione del Premio Matteo Olivero.

La 40ª edizione del Premio Matteo Olivero, ospitata dal Comune di Saluzzo (CN), invita attraverso una chiamata pubblica artisti italiani e internazionali, senza limiti di età e di utilizzo dei mezzi espressivi, con opere edite o inedite, alla progettazione di una mostra personale sul tema della memoria, che il vincitore realizzerà nella prestigiosa Cappella Cavassa, una sala rinascimentale inserita nel chiostro del convento di San Giovanni, di grande valore storico e artistico.

Il curatore della 40ª edizione del Premio Matteo Olivero è Stefano Raimondi, Direttore di The Blank e curatore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, che succede ad Anna Daneri ed Ettore Favini.

Il comitato di giuria è composto da curatori di fama internazionale, che verranno resi noti al termine di invio delle candidature, e da membri della Fondazione Amleto Bertoni e del consiglio comunale di Saluzzo.

Il comitato di giuria individuerà a sua discrezione il miglior progetto, e assegnerà all’artista o al collettivo artistico che l’ha presentato un premio di Euro 5.000,00 per la realizzazione della mostra.

Linee guida:

20 marzo 2018 Termine di invio delle candidature 
27 aprile 2018
 Inaugurazione della mostra
La partecipazione al concorso è gratuita. 
Gli interessati potranno partecipare al concorso inviando la documentazione richiesta (curriculum artistico, progetto, portfolio e modulo d’iscrizione) all’indirizzo premiomatteoolivero@gmail.com.

Si prega di prendere visione del bando completo e dei suoi allegati (descrizionestoricaplanimetria e fotografie).

Info: Fondazione Amleto Bertoni, The Blank Contemporary Art
Tel: 017543527, 035 19903477
Email: eventi@fondazionebertoni.it, premiomatteoolivero@gmail.com
Web: www.fondazionebertoni.itwww.theblank.it

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Settimana dell’amministrazione aperta

In occasione della seconda edizione della Settimana dell’Amministrazione Aperta (SAA) che si terrà dal 5 all’11 febbraio, la Città di Torino ha deciso di organizzare una serie di momenti nei quali i cittadini avranno modo di conoscere, confrontarsi e avvicinarsi ai rappresentanti delle varie direzioni comunali.

L’evento principale avrà luogo il giorno 8 febbraio presso Open Incet dalle ore 10 alle ore 12 (Sala Conferenze – II piano).
Città di Torino, Università e Imprese si confrontano sul tema della trasparenza e della partecipazione.

Nell’occasione si parlera’ di Sanbot, prototipo di robot interattivo distribuito in Italia da Omitech che,in collaborazione con TIM, supporta il progetto sperimentale di interazione uomo/robot presso l’Anagrafe Centrale.

L’evento è organizzato da Città di Torino, ospitato da Open Incet, in collaborazione con i partners del progetto europeo WeGovNow.

Registrazione gratuita qui: https://www.eventbrite.com/e/settimana-dellamministrazione-aperta-saa-torino-2018-tickets-42498982601?aff=es2

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

IOT E INDUSTRIA 4.0: uomini e macchine connessi per la produzione efficiente

Venerdì 9 Febbraio 2018 presso il Centro Nazionale delle Ricerche (CNR) di Genova, si terrà un evento dedicato ai temi dell’efficienza produttiva nell’industria 4.0, realizzata tramite la sostenibilità energetica e sociale. L’evento è organizzato da IoTItaly, CNR di Genova e I3VLab, ed in collaborazione con Softeco Sismat, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Holonix.

Secondo gli studiosi, non può esserci sostenibilità ambientale ed economica senza quella sociale. L’obiettivo perciò è quello di intendere l’industria di domani non solo come un insieme di oggetti e macchinari a sé stanti, bensì come un’interazione tra umano e cyborg. Nell’era dell’Internet of Things, tutto ciò si rende possibile ed attuabile: la sensorizzazione dei processi produttivi favorirà non solo la sostenibilità ambientale e l’efficienza energetica, ma consentirà anche il monitoraggio dell’operatore, promuovendo così il benessere sociale.

Il convegno si svolgerà a partire dalle ore 14.00 e vedrà la partecipazione di numerosi esperti del settore che interverranno con la presentazione di esperienze, progetti e casi studio riguardanti i temi della sostenibilità e dell’efficienza produttiva all’interno dell’industria italiana. Tra questi, Holonix, CNR, Università Politecnica delle Marche, Softeco, Aizoon ed Alleantia.

Al convegno verrà presentato come case history un Esoscheletro robotizzato indossabile, progettato da IUVO/COMAU, in grado di evolvere la collaborazione uomo-macchina in diversi settori, tra i quali quello della produzione manifatturiera.

Il convegno è gratuito: per partecipare è necessario registrarsi su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-sostenibilita-ambientale-energetica-e-sociale-nellindustria-40-41452830532

Per consultare l’agenda: http://www.iotitaly.net/sostenibilita-industria-4/

Per maggiori info:

 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

German Marshall Fund in visita ad Open Incet

Il 30 gennaio Open Incet riceve la delegazione internazionale riunita a Torino in occasione del “Transatlantic Taskforce on Inclusive Economic Development. Addressing the intersection of jobs, skills, and pay in developing inclusive metropolitan economies”
organizzata dalla German Marshall Fund (GMF) al Collegio Carlo Alberto.

La delegazione comosta da analisti di policy, professionisti , ricercatori ed esperti  provenienti da Europa e Stati Uniti ha visitato gli spazi del Centro e ha approfondito le tematiche legate alla rigenerazione urbana in aree periferiche come strumento di sviluppo inclusivo.

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Corso di Moda Modulare

Il 26 e 27 gennaio la Fondazione Giacomo Brodolini e il makerspace WeMake organizzano un corso sulla Moda Modulare presso il Milano LUISS Hub for Makers and Students.

Il percorso formativo accompagnerà i partecipanti nella comprensione teorica ed esecutiva della digitalizzazione della produzione a moduli e di un nuovo approccio al design e alla produzione di accessori e capi da indossare. Verrà creato un cortocircuito tra i mondi della moda e dei maker, verranno immaginate nuove figure professionali frutto della contaminazione e dell’approccio multi-disciplinare alla progettazione.

Per maggiori informazioni sul corso e iscrizioni clicca qui

TwitterFacebookLinkedInGoogle+