OpenIncet

POWERCODERS TORINO-INFO SESSION

Powercoders è un’accademia di programmazione per rifugiati e migranti, che offre loro corsi gratuiti per poi inserirli con tirocini retribuiti nel settore IT (Information Technology).

Il primo corso intensivo in Italia si terrà a Torino!

Sei un/una rifugiato/a appassionato/a di tecnologia e vorresti diventare un/una esperto/a del settore?

Sei alla ricerca di sviluppatori o esperti IT per far crescere il tuo business?

Vorresti donare il tuo tempo per aiutare un rifugiato ad inserirsi con successo in azienda?

Sei uno studente di informatica e vorresti mettere in pratica quello che hai studiato condicendo dei worshops?

Per tutto questo, e molto di più, Powercoders è quello che fa per te!

Il 30 ottobre 2019 vieni a conoscere il programma e il team di Powercoders, presso Open Incet. Il programma è finanziato da Reale Foundation, Compagnia di San Paolo, Fondazione Accenture, Fondazione La Stampa-Specchio dei Tempi e vede la collaborazione dell’UNHCR.
******************************************************************************************************

AGENDA

18:00 – Saluti e benvenuto

18:15 – Presentazione di Powercoders Torino

18:45 – Q&A

19:30 – Aperitivo e networking

*****************************************************************************************************

LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA ATTRAVERSO REGISTRAZIONE SU EVENTBRITE:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-powercoders-torino-info-session-78324912923?fbclid=IwAR2F8K-ECVOBVV7B4jU0dJw68dCxDtVWF1dz_10vcdWUny9_rgi7Kw9uG2A

 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

24/10/2019 TERZA EDIZIONE DI OIS-OPEN INNOVATION SUMMIT

Si avvicina la Terza Edizione dell’Open Innovation Summit che avrà luogo il 24 ottobre presso Open Incet e che vedrà molti esperti confrontarsi sul tema della “Città come piattaforma”.

Il termine piattaforma è stato finora utilizzato principalmente nel settore delle ITC, recentemente è stato adottato anche nel settore aziendale, al fine di definire modelli di business nati da poco, che prosperano su un loop di feedback circolare e rafforzante,  dove i producers e i consumers si uniscono per diventare “prosumers” in un sistema iterativo, interattivo e interdipendente, in cui tutti i partecipanti contribuiscono ad aumentare il valore di ogni transazione e dell’intera piattaforma.

Al giorno d’oggi le piattaforme di business sono disponibili in un’ampia varietà di forme e dimensioni, sebbene, in seguito alla trasformazione digitale, l’opportunità di includere più players nel gioco è diventata  una sorta di monopolio in molti settori.

Poiché i regolatori, principalmente in Europa, stanno cercando di mantenere il gioco aperto e inclusivo, molti sostengono e sperimentano la missione di capovolgere la piramide e restituire alla società la nozione di un campo di gioco inclusivo e uniforme.

Man mano che il dibattito e la sperimentazione procedono, alcuni hanno iniziato ad associare il termine piattaforma alle città, facendo nuovamente riferimento principalmente alla possibilità di andare oltre il concetto di smart city, offrendo ai cittadini i vantaggi di una piattaforma aperta che interconnette e scambia flussi di open data che informano e coinvolgono la comunità nel tentativo di trasformare un territorio in un bene il cui valore è condiviso da tutti coloro che lo vivono.

La giornata sarà suddivisa in una prima parte aperta al pubblico e alla quale sarà possibile partecipare gratuitamente (registrandosi qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-open-innovation-summit-2019-75008892617), e una seconda parte dedicata ad un pubblico limitato su invito.

Tutti i dettagli relativi all’evento e l’agenda dell’intera giornata si possono trovare sul sito ufficiale dell’OIS:

http://www.openinnovationsummit.org/

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

DelFin-Sviluppo di Ecosistemi Finanziari per la Promozione dell’Imprenditoria Sociale nelle Regioni Rurali

Il progetto interreg Central Europe Lo Sviluppo Di Ecosistemi Finanziari Per La Promozione Dell’imprenditoria Sociale Nelle Regioni Rurali è motivato dalle sfide sociali che le regioni rurali europee stanno affrontando, come la fuga di cervelli, la disoccupazione e l’invecchiamento della popolazione.

L’obiettivo principale del progetto è promuovere l’imprenditoria sociale nelle regioni rurali con particolari sfide di trasformazione per far avanzare l’innovazione economica e sociale. L’obiettivo specifico è migliorare i finanziamenti per le strutture di sostegno alle imprese per l’imprenditoria sociale e sviluppare ulteriormente strumenti finanziari e di finanziamento per le imprese sociali. Il progetto faciliterà il processo di cooperazione delle parti interessate regionali e locali nell’ecosistema finanziario per l’imprenditoria sociale in un ambiente rurale.

Le regioni rurali partecipanti lavoreranno insieme per migliorare i piani di finanziamento a sostegno dell’imprenditoria sociale. Il progetto faciliterà la cooperazione degli attori di quadrupla elica e svilupperà un sistema per la promozione dell’imprenditoria sociale nelle regioni rurali. Questo sarà anche testato in quattro azioni pilota. Inoltre, saranno organizzati otto seminari sullo sviluppo delle capacità incentrati sui comuni e sugli istituti finanziari per diffondere ulteriormente la conoscenza. Inoltre, le regioni partecipanti saranno dotate di piani d’azione per garantire la sostenibilità e l’integrazione dei risultati del progetto.

Il consorzio del progetto comprende otto partner di progetto provenienti da Germania, Ungheria, Croazia e Italia che lavorano per migliorare le condizioni nelle regioni rurali di Saalekreis (DE), Hajdú Bihar (HU), Duga Resa (CR) e aree rurali nella Regione Piemonte (IT ). Lavorano insieme per migliorare i finanziamenti per le strutture di sostegno alle imprese per l’imprenditoria sociale e per sviluppare ulteriormente strumenti finanziari e di finanziamento per le imprese sociali.

Il progetto consentirà un processo di apprendimento reciproco transnazionale di partner con esperienze diverse, ma sfide simili. Durante questo progetto i partner:

  • svilupperanno un sistema per la promozione dell’imprenditoria sociale nelle aree rurali;
  • implementeranno quattro progetti pilota per testare il sistema per la promozione dell’imprenditoria sociale;
  • attueranno otto seminari sullo sviluppo delle capacità, con particolare attenzione ai comuni e alle istituzioni finanziarie;
  • attueranno quattro piani d’azione per la promozione dell’imprenditoria sociale nelle regioni rurali per garantire la sostenibilità e l’integrazione dei risultati del progetto.

L’attuazione delle attività del progetto è prevista per il periodo dal 1 ° aprile 2019 al 30 marzo 2022, con un budget totale di 1,9 milioni di EUR finanziato da Interreg Central Europe nell’ambito del Fondo Europeo Di Sviluppo Regionale.

I partner in sintesi:

  • Banca di sviluppo della Sassonia-Anhalt e Centro di innovazione e tecnologia di Merseburg (DE);
  • Governo della contea di Hajdú-Bihar e IFKA Public Benefit Non-Profit Ltd. per lo sviluppo dell’industria (HU);
  • Città di Duga Resa e Brodoto (CR);
  • Fondazione Giacomo Brodolini e Finpiemonte (IT)

Per maggiori informazioni sul progetto:

www.interreg-central.eu/DelFin

http://www.facebook.com/interregdelfin

https://www.youtube.com/channel/UCmN1XD4QiAJgjF6ay-OyWQw

https://www.linkedin.com/company/14829774/

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

ROCK YOUR PROFILE!

«Rock your Profile ! – Come utilizzare LINKEDIN per costruire il proprio personal branding, trovare lavoro e farsi trovare dalle aziende »

Mercoledì 16 ottobre, il Centro Lavoro Torino organizza un seminario per far comprendere quanto la presenza sui social network professionali sia sempre più importante per farsi conoscere, costruire un network professionale, trovare lavoro e farsi trovare dalle aziende che ricercano personale.

Il seminario ti aiuterà a conoscere le principali funzioni di Linkedin: come creare un profilo, sviluppare e gestire il tuo network, rendere il tuo profilo maggiormente visibile ed interessante per chi sta ricercando nuovi collaboratori su Linkedin.

MERCOLEDI’ 16 OTTOBRE alle h. 15,30 presso OPEN INCET – Innovation Center – Piazza Teresa Noce, 17-  Torino.

Partecipazione libera fino ad esaurimento posti. Gli interessati devono mandare una mail di adesione all’indirizzo centrolavorotorino@comune.torino.it  , per assicurarsi la possibilità di rientrare nella disponibiltà numerica.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO :

h.15.30 Registrazione Partecipanti

h.15.45- Introduzione al Seminario –  Centro Lavoro  Torino

h. 16.00 – «Rock your Profile ! » Alessandro Gallo Senior Account Executive – Linkedin

h.17.30 –  Q&A – Spazio alle vostre Domande ….

h. 18.00 – Chiusura Lavori

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

CLIMATHON-Cambia il clima, Cambia la montagna, Cambiamo il turismo

FGB è tra gli organizzatori del primo Hackathon interamente dedicato al cambiamento climatico e ad i suoi effetti in Valle d’Aosta. Climathon Courmayeur 2019 inizierà sabato 26 Ottobre alle 14.00 al Courmayeur Sport Center e durerà fino alle 13.00 di Domenica 27. Una maratona dalla durata di 24 ore composta da sessioni di lavoro intervallate da motivational speeches e presentazioni di esperti sul tema del climate change.

Un evento interamente gratuito che ha il duplice scopo di sensibilizzare i cittadini riguardo al tema della sostenibilità ambientale e li chiama ad agire sviluppando idee e soluzioni innovativi, in base alle loro conoscenze ed esperienze, con l’obiettivo di ridurre o contrastare il cambiamento climatico ed i suoi effetti sul territorio.

I partecipanti potranno lavorare su una delle tre sfide proposte:

  1. Turismo del futuro
  2. Turismo sicuro
  3. Courmayeur carbon neutrality

Per raggiungere soluzioni praticabili e concrete è importante che diversi aspetti della vita quotidiana vengano toccati, e quindi che diverse figure si incontrino e scambino le proprie conoscenze. Per questo motivo le iscrizioni sono aperte a tutti, indipendentemente dalle esperiente e competenze. Vorremmo vedere studenti, imprenditori, studiosi, operatori del turismo esperti e policy makers. I partecipanti possono iscriversi singolarmente o in gruppi già costituiti.

 

Le migliori idee avranno la possibilità di essere implementate sul territorio, oltre ad aggiudicarsi i premi messi a disposizione dagli sponsor: 3.000 euro al miglior team e 1.000 euro al secondo e terzo classificato. Tutti i partecipanti avranno diritto ad una serie di gadget e benefit, tra cui sconti per l’accesso a Skyway Monte Bianco e QC Terme Pré Saint Didier.


L’evento ha mobilitato diversi enti del territorio in partnership: Climathon Courmayeur 2019 è organizzato dal Comune di Courmayeur e Fondazione Giacomo Brodolini, in collaborazione con la Valle D’Aosta, CVA Trading SPA, Skyway Monte Bianco; col supporto di FAO Mountain Partnership, 
QC Terme Pré Saint Didier, Grivel, VDA Yoga e col supporto tecnico di ARPA Valle d’aosta, Fondazione Montagna Sicura e Pépinières d’entreprises Vallée d’Aoste. 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Startupbootcamp Australia sarà a Milano alla ricerca di talenti per il programma 2020 EnergyAustralia

Startupbootcamp è un acceleratore leader a livello mondiale che ricerca startup innovative e di alto livello che stiano cercando di stravolgere l’attuale status quo dell’industria con diverse soluzioni. Startupbootcamp Australia viaggerà in 27 città alla ricerca di start up per integrare il programma EnergyAustralia 2020, attraverso loro eventi FastTrack. I FastTracks sono essenzialmente eventi di mezza giornata in cui le startup condividono ciò che fanno e ricevono un feedback immediato sulle loro maggiori sfide da parte di esperti imprenditori, investitori e specialisti del settore.
Il CEO Trevor Townsend sarà a Milano il 23 settembre per trovare10 startup innovative che stiano cercando di sconvolgere il settore energetico. L’evento è incentrato sul feedback e sull’assistenza da parte di esperti del settore e di tutor di Startupbootcamp.
Per maggiori informazioni e per proporsi visitate il sito
https://www.sbcaus.com/…/sbc-ea20-fasttrack-program-inform…/

Startupbootcamp (SBC Australia)

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Call per il Contest Harmonic Innovation – HIC

Sono aperte le iscrizioni all’HIC, concorso di innovazione aperta che promuove il paradigma dell’Harmonic Innovation e si prefigge di accelerare progetti orientati all’Umanesimo Digitale.

Entopan, insieme a NTT Data, Fondazione Bruno Kessler ed Università della Calabria. ha lanciato l’Harmonic Innovation Contest, con l’obiettivo di selezionare i migliori progetti di start-up, spin-off e PMI innovative che, facendo leva sulla trasformazione digitale, siano capaci di generare significative ricadute a vantaggio dell’uomo, in ambito sociale e ambientale.

L’Harmonic Innovation Contest (HIC) recepisce le tematiche e le traiettorie di sviluppo individuate da NTT DATA come centrali per il prossimo futuro, e propone sfide in piena coerenza rispetto alla crescente attenzione ai diritti della persona e alla sostenibilità delle strategie di impresa. Il Programma Harmonic Innovation Hub (HIH) ha come obiettivo la realizzazione di un eco-sistema dedicato all’innovazione che sorgerà presso il campus dell’Università della Calabria e che sarà al servizio, in particolare, di tutto il Sud Italia e dei paesi transfrontalieri dell’area euro-mediterranea.

Per informazioni sul programma:
https://harmonicinnovation.it/

Per iscriversi e candidarsi al contest:
https://contest.harmonicinnovation.it

Di seguito il bando:
https://media-manager.net/…/innova…/static/Programma_HIC.pdf

 

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Conclusione del corso sulle competenze per l’innovazione sociale

Si avvicina la data di chiusura del corso Competenze per l’innovazione sociale che vedrà la sua conclusione nella giornata del 19 luglio, quando i team selezionati esporranno i risultati del project work al quale hanno lavorato insieme ai loro mentor in un breve pitch di due minuti ciascuno.

La giornata ha un ricco programma e comincerà la mattina con il workshop “Exploring possible futures”, a cura di Alberto Robiati, Direttore della Fondazione Human+.

Il workshop ha l’obiettivo di portare lo sguardo sui possibili sviluppi futuri, individuali e collettivi. Si tratta di un lavoro sul Futures Thinking” utile a creare una mentalità capace di generare processi di innovazione e produrre visioni strategiche condivise e motivanti per un team, un’organizzazione, una comunità.

Si continuerà poi nel pomeriggio con la presentazione dei lavori di fronte ad una giuria qualificata e ad un momento di riflessione aperta sul significato e il valore del percorso di generazione di idee e formazione che avete seguito.

 

Al team che sarà decretato vincitore verrà assegnato un premio di €1500!

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

Open to work – imprenditorialità e intraprendenza per i nuovi cittadini di Torino

Lunedì 8 luglio, presso i locali di Open Incet, avrà il via il corso Open to work.

Open to work è un percorso gratuito della durata di 5 giornate rivolto ai 20 ragazzi e ragazze extracomunitari tra i 18 e i 30 anni che si trovano in condizioni di marginalità sociale e di precarietà lavorativa.
L’obiettivo è duplice: fornire le basi per comprendere come avviare una propria attività e trasmettere la conoscenza degli strumenti fondamentali per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Questa doppia natura del percorso nasce dalla consapevolezza che l’intraprendenza e l’imprenditorialità sono skills fondamentali per intraprendere una propria attività ma anche nella ricerca del lavoro.

Oggigiorno, infatti, le aziende ricercano dipendenti che siano dotati di capacità imprenditoriali e che sappiano gestire al meglio l’incertezza e gli imprevisti che quotidianamente si presentano nel contesto aziendale.
Open to work vuole quindi far  emergere il potenziale imprenditoriale e professionale inespresso sul territorio di Barriera di Milano e non solo.
Il corso è strutturato su più giorni, e punta a trasmettere le conoscenze e gli strumenti necessari attraverso moduli di lezione frontale e momenti di learning by doing di gruppo, funzionali al consolidamento dei concetti e alla sperimentazione di dinamiche di team fondamentali nel percorso lavorativo di ognuno di noi.
La realizzazione del progetto è stata resa possibile dalla collaborazione di diverse realtà all’interno di Open Incet, promotore dell’attività nonché centro per l’innovazione aperta a Torino (situato in piazza Teresa Noce).

I soggetti che hanno deciso di unire le loro energie per realizzare questa iniziativa sono The Doers, studio di consulenza che aiuta le grandi aziende ad innovare, utilizzando l’approccio scientifico-sperimentale e main partner del progetto; Disko, agenzia digitale specializzata nella realizzazione di strategie di comunicazione interattive; Conform, agenzia per il lavoro che offre servizi alle pubbliche amministrazioni e alle aziende private su tutto il territorio nazionale e Impact Hub, filiale di un network internazionale di innovatori focalizzato sulla costruzione di comunità imprenditoriali per l’impatto sociale su larga scala.

TwitterFacebookLinkedInGoogle+

È online la call for application della Social Crowdfunding Academy 2019

Obiettivi

La Città di Torino, nell’ambito della “Misura 3.3.1. B”del Pon Metro Torino, lancia una Call for Application per supportare soggetti del terzo settore nel finanziamento di progetti di innovazione sociale attraverso lo strumento del crowdfunding. La call è suddivisa in due fasi:

Fase1 (dal 1 luglioal 1 agosto2019): candidatura progettiper partecipare alla Social Crowdfunding Academy(sei giornate nei mesi di settembre/ ottobre 2019) e apprendere tutte le competenze necessarie sul tema crowdfunding

Fase2 (dal 11 ottobreal 11 novembre 2019): candidatura al percorso di accompagnamento(della durata massima di sei mesi, da dicembre 2019)alla realizzazione di una campagna di crowdfunding.

La call si inserisce nell’attività dell’European Crowdfunding Center, il centro di competenze sul crowdfunding-gestito da Guanxi, Fondazione Brodolini e Soluzioni Turistiche Integrate – che siconcentrerà sulla creazione di percorsi di creazione di competenze, sviluppo e accompagnamento di team di innovatori in grado di sviluppare progettualità che possano trovare nello strumento del crowdfunding una modalità innovativa di promozione.

Cosa cerchiamo

Possono candidarsi organizzazioni del terzo settore con progetti innovativi ad impatto sociale in diversi ambiti, quali:nuove povertà, vulnerabilità sociale, disoccupazione, integrazione culturale e coesione sociale, benessere dei cittadini. I progetti dovranno rivolgersia gruppi target specifici,residenti o frequentatori delle“aree bersaglio”torinesi (si veda allegato 1), al fine di valorizzarne il patrimonio materiale e immateriale e di favorire processi di rigenerazione, recupero, rivitalizzazione in chiave socio-economico e ambientale. Per accedere allo Social Crowdfunding Academy (fase1) non è necessario essere soggetti no profit formalizzati e già costituiti, requisito richiesto per poter accedere all’accompagnamento (step2).

Fase1: Social Crowdfunding Academy

I soggetti ammessi parteciperanno alla “Social Crowdfunding Academy”, il percorso di 6 workshop a carattere intensivo finalizzati alla creazione di una campagna di crowdfunding.

Per il programma completo clicca qui

Al termine del percorso i partecipanti saranno certificati “Esperti Digital per il No Profit” e potranno conseguire certificati ad attestazione delle competenze conseguite al superamento di una serie di esami nel percorso di certificazione Google.

Come candidarsi?

Per accedere all’Academy è necessario compilare il form di application al link euro-cc.eu.

Apertura call: 01/07/2019, ore 12.00

Chiusura call: 01/08/2019, ore 12.00

I soggetti selezionatidalla Call saranno annunciati entro e non oltre venerdì 10 settembre2019.

Criteri di selezione:

L’ammissione alla Social Crowdfunding Academy avverrà sulla base della conformità ai requisiti richiesti e dell’idea progettuale con le tematiche oggetto della call. L’attività di valutazione della ammissibilità sarà condotta dal soggetto affidatario del servizio con la supervisione dell’Ufficio“ServizioFondi Europei e Innovazione”della Città di Torino, che assumerà con un suo atto l’approvazione degli esiti. I soggetti non ammessi, o non in possesso dei requisiti richiesti avranno comunque la possibilità di iscriversi alla Social Crowdfunding Academy come “uditori” fino ad esaurimento posti disponibili.

FASE 2: Accompagnamento realizzazione campagna di crowdfunding

Durante l’Academy i partecipanti avranno la possibilità di implementare la propria proposta progettuale sulla base delle competenze acquisite. Entro 30 giorni dal termine dell’Academy i team potranno candidarsi alla seconda fase di application per accedere al servizio di accompagnamento e supporto nelle fasi di scrittura, lancio e gestione della propria campagna di crowdfunding. Requisito obbligatorio per la candidatura alla fase 2, sarà lafrequenza del team ad almeno 5 dei 6 moduli della Social Crowdfunding Academy. Per l’accompagnamento verranno selezionate fino a 6 idee progettuali. Il servizio di accompagnamento sarà completamente gratuito e includerà attività come:

▪Messa a punto e attivazione campagna di comunicazione

▪Scelta della piattaforma di crowdfunding

▪Evento di lancio dellacampagna che attiri una platea di stakeholder e major donors

▪Supporto tecnico-legale

Criteri di selezione:

I progetti pervenuti verranno valutati da un’apposita commissione di valutazione, formata da rappresentanti della Città di Torino e dei soggetti affidatario del servizio in base alle modalità e ai criteri, che saranno resi indicati nell’avviso pubblico che sarà presentato nei primi incontri della Social Crowdfunding Academy.

Per informazioni sulla call: torinosocialinnovation@comune.torino.it

Dove:

European Crowdfunding Center ha sede presso INCET –Innovation Center Torino ed è il primo hub di competenze in Europa dedicato al Crowdfunding, capace di aggregare, codificare, trasferire e moltiplicare sul territorio la conoscenza rispetto allo sfruttamento di questo strumento come forza motrice di sviluppo e attrazione di aziende, professionisti qualificati, finanziatori, cittadinanza attiva, che conducono in forma coesa verso successi economici, finanziari, sociali. L’European Crowdfunding Center nasce all’interno di oltre 4.000 mq di spazi per l’innovazione, godendo di 2 sale formazione attrezzate, 3 spazi eventi polifunzionali, aree co-working con desk privati e condivisi, dove sarà possibile entrare in contatto con una rete di soggetti partner con expertise verticale sul crowdfunding.

Per informazioni sull’European Crowdfunding Center: info@euro-cc.eu

ALL1-mappa-aree-bersaglio
TwitterFacebookLinkedInGoogle+