LABORATORI URBANI. ORGANIZZARE LA RIGENERAZIONE URBANA ATTRAVERSO LA CULTURA E L’INNOVAZIONE SOCIALE

Ontario_College_of_Art_-_1931

Nasce dalle attività sui temi dell’innovazione sociale e della rigenerazione urbana della Fondazione Giacomo Brodolini il nuovo Quaderno “Laboratori Urbani”, frutto del contributo di accademici, professionisti e manager di livello internazionale che mettono a confronto e riflettono su esperienze europee di recupero di spazi urbani (ex-caserme, ospedali, musei, fabbriche) come una delle più efficaci leve dello sviluppo locale economico e sociale dei territori.

L’obiettivo è quello di restituire alle città spazi inutilizzati trasformandoli in luoghi di produzione dell’innovazione, che si inseriscano nel contesto socio-economico locale come elementi catalizzatori di nuove energie e processi di sviluppo di nuove idee e politiche per le città. Ciò significa diventare, innanzitutto, contenitori di progettualità e innovazione dal basso, intercettando reti attive di relazioni e generando una cultura per l’apertura e la collaborazione trasversali.

Dalle diverse posizioni in campo emerge chiaramente il potenziale del ruolo della cultura e dell’innovazione sociale come motori del cambiamento verso il modello delle “città creative”, che siano in grado di trovare nuovi significati e connessioni tra produzione e consumo, facendo emergere nuove filiere di valore e nuove economie locali.

Potete scaricare la pubblicazione qui

copertina q51FGB

TwitterFacebookLinkedInGoogle+